L’estate nel nostro giardino è in assoluto la stagione più difficile. Nonostante l’ombra parziale in alcune zone, il caldo afoso della città mette a dura prova buona parte delle nostre piante, con il risultato che le fioriture sono praticamente quasi assenti. Sicuramente molto è dovuto alle scelte fatte in questi anni che hanno privilegiato specie di piante che fioriscono prevalentemente in primavera, per il mio gusto personale verso alcune fioriture piuttosto che altre. Non l’ho mai fatto, ammetto per pigrizia, di destinare un pò di spazio del nostro giardino a qualche fioritura annuale, però mi piacerebbe per il prossimo anno metterlo in programma. Ovviamente la zona andrà “aggiornata” costantemente, per non averla sguarnita quando le piante scelte finiranno il loro ciclo vegetativo annuale, però così probabilmente riuscirò ad avere delle belle fioriture anche in questo periodo più difficile.

Se dovessi scegliere, tra le piante che mi piacerebbe inserire c’è sicuramente la Cosmea (Cosmos bipinnatus). Si tratta di una pianta della famiglia delle Asteracee, il fiore infatti ricorda molto quello degli Aster settembrini, ed è originaria dell’America centro meridionale.

La Cosmea si sviluppa in ampi cespugli tondeggianti, quando inserita in piena terra, ed è una pianta davvero di semplice coltivazione. E’ composta da fusti molto sottili di colore verde chiaro e foglie molto strette ed allungate e si caratterizza per una bella e ricca fioritura che va dalla stagione primaverile a tutta quella estiva. La Cosmea predilige posizioni in pieno sole, dove produrrà fiori singoli o doppi, a seconda della specie, dal centro di colore giallo oro e con petali di colore bianco, rosa, giallo, arancione o rosso scarlatto.

E’ perfetta anche in fioriere miste, insieme ad altre piante che gradiscono le posizioni più soleggiate. Come nell’immagine sotto, si ottiene un effetto ancora più gradevole affiancando alla Cosmea piante dal portamento differente, ad esempio Surfinie ricadenti insieme a esemplari di Salvia ornamentale (Salvia farinacea, Salvia Nemorosa,…) dal portamento più eretto.

Fioriera mista con Cosmea

Essendo una pianta di origine mediterranea, patisce molto il freddo, ecco perchè nei nostri climi andrà coltivata come annuale durante le stagioni più calde. Se vi appassionerete alla Cosmea, potrete moltiplicarla per seme, seminando al coperto in semenzaio in gennaio e febbraio e mettendo a dimora le piantine con i primi caldi in marzo e aprile.

Il nome cosmos deriva dal termine greco “cosmo” che significa “ordinato” e “armonico”, come armonici e ordinati sono i petali dei suoi fiori.

Cosmea bianco